Smart Vet: personalizzazioni  e servizi aggiuntivi

Le personalizzazioni e i servizi aggiuntivi di Smart Vet

;

Cerchi un gestionale?

Smart Vet è il gestionale veterinario che fa per te. Provalo gratis per 30 giorni senza alcun impegno.

Tags

Smart Vet: personalizzazioni  e servizi aggiuntivi

by Blogger

Pubblicato il 24/03/2017

Smart Vet sta avendo un gran successo, in Italia e fuori dai confini nazionali, anche diversi ospedali esteri  e non, stanno utilizzando Smart Vet ed altri sono in procinto.

 

Questo successo ci lusinga e ci gratifica, ma come tutte le cose c’è il rovescio della medaglia: c’è chi vuole il software cucito su misura.

Quasi quotidianamente riceviamo richieste di modificare Smart Vet, alcune hanno molto senso e, grazie a questo riusciamo ad evolvere e migliorare il gestionale, altre sono personalizzazioni legate al concetto “io lavoro così, quindi bisogna fare in questo modo”.

Quest’ultimo caso purtroppo non può essere soddisfatto in quanto sono richieste che interessano il singolo o addirittura cozzano con l’interesse comune. 

Qualcuno capisce questo aspetto, qualcun altro no.

Detto ciò, Smart Vet si evolve di continuo e questo è molto apprezzato, soprattutto se paragonato agli altri gestionali veterinari i quali sono desktop (tecnologicamente antichi) e statici.

Altro aspetto molto importante è il prezzo: Smart Vet viene venduto a 168 € + IVA, praticamente il miglior prezzo, soprattutto se paragonato al software.

Alcuni di questi software venduti a circa 500 € + IVA all’anno offrono alcune integrazioni “gratuite”.

 

Il punto è sono davvero gratuite? La risposta è semplice, NO! Il costo eccessivo del gestionale comprende già le integrazioni  e vengono pagate anche da chi non le utilizza, mentre su Smart Vet i servizi aggiuntivi sono facoltativi e  il veterinario è libero di pagare solo il costo di licenza di 168 € e se vuole e ne trae beneficio può acquistare altri servizi come utenti aggiuntivi (di default ce ne sono 3 più utente commercialista in omaggio), integrazione per il commercialista, etc.

La morale di quest'articolo è che un buon software deve essere in continua evoluzione, deve ascoltare le esigenze dei propri clienti, ma questi ultimi devono avere un po' di flessibilità e adattarsi al gestionale veterinario, cercando ovviamente un punto di incotro.



Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email Stampa