Come i pazienti percepiscono il gestionale veterinario

In questo articolo cerchiamo di concentrarci su un aspetto poco analizzato dei gestionali veterinari: l'impatto sui clienti

;

Cerchi un gestionale?

Smart Vet è il gestionale veterinario che fa per te. Provalo gratis per 30 giorni senza alcun impegno.

Tags

Come i pazienti percepiscono il gestionale veterinario

by admin Blogger

Pubblicato il 20/01/2015

Molti articoli riguardanti i gestionali per veterinari (siano essi piccoli ambulatori o grandi cliniche) si concentrano sugli aspetti funzionali e di ottimizzazione del processo lavorativo, tralasciando spesso un aspetto importante, che è la percezione del paziente.

Ai pazienti piace il fatto che il proprio veterinario utilizzi il computer invece di scrivere delle note a mano su un foglio di carta? Hanno fiducia nei sistemi VPMS (Veterinary Practice Management Software) come sistemi in grado di tenere traccia delle loro situazioni cliniche, e soprattutto di conservale al sicuro? Un recente sondaggio ha cercato di rispondere a queste e ad altre simili domande riguardanti la propensione dei pazienti ai sistemi VPMS (Sondaggio condotto da Morning Consult nel Maggio 2014). Il sondaggio fornisce interessanti spunti su ciò che i clienti pensano dell'adozione dei sistemi informativi in ambito veterinario

Contrariamente alle previsioni dei disfattisti, l'80% dei clienti preferirebbe che le strutture veterinarie adottassero un gestionale per veterinari, e prevede che comunque lo faranno a breve. Abbastanza sorprendentemente, questa percentuale rimane stabile nei vari campioni di età, indicando che anche i clienti più anziani vedono benefici nell'adozione dei VPMS. Tuttavia, soltanto il 53% delle persone intervistate erano convinte che i dati fossero al sicuro se conservati digitalmente, mentre ben il 39% degli intervistati erano in realtà molto preoccupati per la sicurezza dei dati in formato elettronico.

Questa dicotomia tra aspettative e fiducia è stata analizzata da altri studi. Alcuni esperti ipotizzano che la maggior parte delle persone percepisce chiaramente che il settore veterinario deve migrare sui sistemi gestionali per andare avanti e poter gestire l'enorme mole di dati che ogni giorno vengono generati dalle cliniche e dagli ambulatori veterinari. Ma le quotidiane notizie provenienti dal mondo riguardanti gli attacchi di hacker o la perdita o il furto dei dispositivi contenenti dati sensibili desta anche molta preoccupazione.

E' interessante notare che il livello di fiducia variava invece in modo significativo a seconda del livello di istruzione, poichè il 61% degli individui laureati si è detto poco preccupato rispetto al 50% della controparte diplomata. Un'utile indicazione che emerge da questi dati è che l'educazione del paziente aiuta ad attenuare le paure riguardanti la conservazione dei dati sanitari e amministrativi. Inoltre la percentuale dei clienti che si aspetta che il proprio veterinario utilizzi un iPad o un portatile per la propria attività è passata dal 34% al 38% (rispetto allo studio precedente).


Smartvet è un gestionale veterinario web based, accessibile tramite browser da qualsiasi dispositivo, inclusi tablet, cellulari e laptop. Se un cliente dovesse essere preoccupato della sicurezza dei dati del proprio animale, è molto semplice illustrare le procedure di lavoro e la tecnologia in uso. Molti clienti infatti comprendono (e hanno fiducia) la tecnologia Cloud, specialmente se constatano che il veterinario utilizza gli stessi dispositivi che loro utilizzano per scopi personali.


Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email Stampa